• 150° Ann. Italia

    150° Ann. Italia

  • La Chiesa Diroccata

    La Chiesa Diroccata

  • Il Lumino Spento

    Il Lumino Spento

  • La Vecchia Lira

    La Vecchia Lira

  • Il Vecchio Scarpone

    Il Vecchio Scarpone

  • A mio padre Cosmo

    A mio padre Cosmo

  • Il Vangelo di Giovanni

    Il Vangelo di Giovanni

  • Papa Francesco

    Papa Francesco

  • La Capanna di Francesco

    La Capanna di Francesco

  • Natale in casa Teberino

    Natale in casa Teberino

  • A braccia aperte

    A braccia aperte

  • Botte in terracotta

    Botte in terracotta

  • Casolare molisano

    Casolare molisano

  • Il mercante di stoffe

    Il mercante di stoffe

  • Le conchiglie

    Le conchiglie

  • Papa Giovanni Paolo II e Madre Teresa

    Papa Giovanni Paolo II e Madre Teresa

  • Presepe eucaristico

    Presepe eucaristico

  • Vecchio pincio

    Vecchio pincio

  • Il Tesoro Sommerso

    Il Tesoro Sommerso

  • Il Grano

    Il Grano

  • Emozione di un Cavallo

    Emozione di un Cavallo

  • La Leggenda del Pettirosso

    La Leggenda del Pettirosso

  • La Famiglia - Il Focolare

    La Famiglia - Il Focolare

  • Viecchie Castiell

    Viecchie Castiell

  • La Natività Velata

    La Natività Velata

  • da San Nicola a Santa Claus

    da San Nicola a Santa Claus

  • Il Re dei Re

    Il Re dei Re

  • Il Corno

    Il Corno

  • Il Lampione

    Il Lampione

  • Otto Dicembre

    Otto Dicembre

  • Albero della Vita

    Albero della Vita

  • Paolo Saverio Di Zinno

    Paolo Saverio Di Zinno

  • La Rinascita

    La Rinascita

  • La Mamma

    La Mamma

Odori.. Sensazioni.. Colori.. Tradizione.. Passione..

Il Presepe è una delle mie passioni, non è altro che un’espressione dell'animo, dettata dalla fede, dal cuore e dalle emozioni.

Benvenuto

Un’atmosfera sospesa nel tempo dove tutti eravamo personaggi di una scena magica. Eppure i ricordi diventano un turbinio di emozioni ogni volta che le mie mani toccano quelle statuine, avvertono l’odore del muschio. E spero che per tante persone sia ancora così. Vivere il Natale significava, per la famiglia Teberino, stringersi intorno al “Ciocco di Natale”, sentire l’odore del fritto espandersi in tutto il palazzo e fondersi e confondersi agli altri sapori. Per sentirsi ancora uniti, nella semplicità, nella serenità. Ogni anno l’otto dicembre, mentre il manto dell’Immacolata avvolgeva le chiese di Campobasso, e il freddo si faceva sentire, nella nostra casa iniziava un rito.